Dopo anni di bandi e primi finanziamenti, la storia dell’alta velocità Napoli-Bari potrebbe finalmente avere un lieto fine. Salini Impregilo infatti si è aggiudicato un contratto da 608,1 milioni di euro per la costruzione di una sezione della linea ad alta capacità tra Napoli e Bari. Il progetto fa parte del Trans-European Network (TEN), il Corridoio europeo Scandinavo-Mediterraneo che collega Helsinki a Malta, passando per il Centro Europa e la linea Torino – Salerno; la nuova linea integra le reti di trasporto su rotaia nel continente, e contribuisce pertanto a migliorare i collegamenti del Sud Italia con l’Europa. Salini Impregilo, leader con il 60% di un consorzio di cui fa parte anche Astaldi, realizzerà la sezione ApiceHirpinia della linea per 18,7 km.

Cosa prevede il progetto

Al momento le notizie tecniche sul progetto sono scarse, ma la storia di questa linea e le sue problematiche sono da tempo ben note. Nell’ambito del collegamento veloce tra il Nord e il Sud Europa, le infrastrutture attualmente presenti sulla linea sono davvero deficitarie. Napoli e Bari distano tra di loro circa 150 km, ed è conveniente muoversi tra le due città più importanti del Sud Italia solo tramite automobile, grazie all’Autostrada A16 Casoria-Canosa. Con il treno attualmente sono necessarie almeno 4 ore per raggiungere Napoli da Bari e bisogna scendere a Caserta.

Alta velocità Napoli-Bari, un'infrastruttura decisiva per il Sud
teknoring.com

Il contratto siglato tra Salini Impregilo e Ferrovie dello Stato include la costruzione della stazione di Hirpinia, tre gallerie naturali e quattro viadotti. La nuova tratta permetterà ai treni di viaggiare a velocità fino a 200 chilometri all’ora, anche se si è ben lontani dalle velocità di punta di 300 km/h che si toccano sulla linea Milano-Roma. Questo intervento si aggiunge all’altro progetto della rete europea TEN che Salini Impregilo sta realizzando sulla linea Napoli-Bari, ovvero una sezione di 15,5 km tra Napoli e Cancello, commissionato da RFI – Rete Ferroviaria Italiana. L’opera totale ha un costo previsto di 6,2 miliardi di euro e la conclusione dei lavori è prevista per il 2026.

Ma i lavori non finiscono qui

In realtà c’è molto lavoro da fare sulla linea Napoli-Bari, e quelli di Salini Impregilo rappresentano solo una parte degli interventi necessari per ammodernare l’infrastruttura. L’opera infatti prevede interventi infrastrutturali differenziati per ogni linea: si contano 5 raddoppi (Napoli-Cancello, Cancello-Frasso Telesino-Benevento, Apice-Orsara, Orsara-Bovino, Bovino-Cervaro), la velocizzazione della linea Bari-Lecce e del tratto Cancello-Frasso Telesino-Benevento e diversi interventi per il potenziamento e l’aggiornamento della rete con sistemi di ultima generazione.

Alta velocità Napoli-Bari, un'infrastruttura decisiva per il Sud
La stazione di Napoli Afragola realizzata da Zaha Hadid.

Contemporaneamente a questo si lavora per la realizzazione e l’ammodernamento delle stazioni ferroviarie presenti sulla linea; l’esempio più importante di questi investimenti è la stazione di Napoli Afragola, inaugurata nel 2017 e realizzata da Zaha Hadid (Qui tutti gli articoli sull’archistar irachena), snodo fondamentale per i treni AV tra Roma e Bari.

La certezza di Salini Impregilo

Salini Impregilo vanta una lunga esperienza nel settore delle infrastrutture ferroviarie in Italia e nel mondo per sistemi complessi ad alta velocità ed alta capacità. Il Gruppo ha appena avviato i lavori per la progettazione e l’esecuzione del raddoppio di una sezione di 38 chilometri sulla tratta ferroviaria Bicocca-Catenanuova, sulla linea Palermo-Catania, ulteriore progetto che rientra nel sistema dei corridoi europei TEN-T. In Italia ha realizzato nel centro e nord Italia le linee ferroviarie ad alta velocità tra Milano e Torino e tra Bologna e Firenze, ed è attualmente impegnato nella costruzione della nuova linea ad alta capacità ed alta velocità Genova-Milano, il Terzo Valico dei Giovi di cui abbiamo già parlato in questo articolo.

Sta inoltre partecipando alla realizzazione di progetti strategici nel mondo quali la Galleria del Brennero, che una volta completata rappresenterà il collegamento ferroviario sotterraneo più lungo del mondo,e il Forrestfield-Airport Link, a Perth, in Australia. Negli Stati Uniti, infine, è a capo di un consorzio che sta lavorando su un progetto di trasporto ferroviario ad alta velocità in Texas, che prevede la costruzione di una linea di 386 chilometri tra Houston e Dallas.