SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Un ambiente costruito sostenibile per l’Italia del futuro

Il Manifesto del Green Building Council Italia per un ambiente costruito sostenibile e a emissioni zero. Temi, attività e strumenti per il Green New Deal.

Il Green Building Council Italia ha presentato un manifesto dal titolo “Un ambiente costruito sostenibile per l’Italia del futuro: le proposte di GBC Italia” in cui affronta i temi prioritari, le attività e gli strumenti necessari a definire un piano programmatico per il cambiamento. Nel manifesto si sottolinea come il passaggio ad un’economia circolare e a zero emissioni sia impegnativo ma comunque perseguibile. GBC Italia sostiene che gli edifici abbiano un ruolo chiave nel raggiungimento degli obbiettivi di contrasto al cambiamento climatico. Pertanto ha stilato una lista dei temi cardini per lo sviluppo sostenibile.

Con questo Manifesto GBC Italia non vuole semplicemente dare degli stimoli al mondo della politica, ma si mette a disposizione per collaborare in modo costruttivo affinché le politiche già messe in campo possano essere rafforzate nell’interesse di tutti: dai cittadini agli attori coinvolti nella filiera delle costruzioni e delle infrastrutture, molti dei quali fanno già parte della comunità di GBC Italia.

Giuliano dell’ò, presidente gbc italia
Un ambiente costruito sostenibile per l’Italia del futuro
Il Bosco Verticale a Milano (link dell’articolo). Ph: stefanoboeriarchitetti.net

Ambiente costruito sostenibile

Gli argomenti trattati da GBC Italia sono diversi, tra cui quelli trattati dalla Commissione europea nel “Piano d’azione per l’economia circolare” (11 marzo 2020) e dal “New Green Deal europeo” (11 dicembre 2019) per eliminare le emissioni di CO2 entro il 2050. In Italia il Ministero dell’Ambiente ha recentemente pubblicato l’atto di indirizzo sulle priorità politiche per l’anno 2020 e il triennio 2020/2022 dove definisce le direttive e gli obbiettivi da perseguire. Il GBC Italia sottolinea come gli edifici abbiano un grande potenziale per poter raggiungere gli obbiettivi climatici prefissati. Gli edifici infatti, sono responsabili del 36% delle emissioni di gas serra, del consumo del 40% di energia, dell’estrazione del 50% di materie prime, del consumo del 21% di acqua. I temi e gli strumenti proposti nel manifesto dovrebbero trovare applicazione, secondo GBC Italia, sulla base dei seguenti principi:

  • forte partenariato tra istituzioni italiane e mercato;
  • gerarchizzazione degli obbiettivi e delle politiche, basate su valutazioni tecniche multicriterio;
  • estesa campagna di informazione e formazione per creare una nuova cultura su maggiore efficienza energetica, minori emissioni, adattamento ai cambiamenti climatici, miglioramento dell’utilizzazione e riutilizzazione degli edifici ed economia circolare.
Un ambiente costruito sostenibile per l’Italia del futuro
Ph: elettricomagazine.it

Azioni per il cambiamento

Il GBC Italia delinea nel suo manifesto per l’ambiente costruito sostenibile una serie di azioni reputate indispensabili per il raggiungimento degli obbiettivi. Queste sono:

  • Proposte sulla decarbonizzazione, con classificazione di edifici a Zero Emissioni di CO2, condivisione di energia da fonti rinnovabili all’interno di edifici e distretti urbani e pianificazione di eco-quartieri.
  • Promozione dell’economia circolare, con il reimpiego di scarti da demolizione selettiva, pianificazione delle decostruzioni selettive e del disassemblaggio. Inoltre si propone di favorire le piattaforme che favoriscono le analisi LCA (Life Cycle Assesment) e piattaforme BAMB (Building As Material Bank).
  • Introduzione di indicatori di efficienza idrica dell’edificio e incentivazione dell’applicazione di tecnologie per la riduzione di consumo di acqua.
  • Rinaturalizzazione delle aree dismesse, azzeramento di consumo di suolo riutilizzando aree già edificate.
  • Integrare strategie e obbiettivi di adattamento nelle politiche urbanistiche e territoriali e adottare una programmazione edilizia secondo scenari climatici di medio e lungo periodo.
  • Benessere e salubrità degli ambienti al centro della progettazione, con l’introduzione di indicatori e parametri per la qualità e la salubrità dell’edificio.
  • Attivazione di un piano che miri al social housing per contrastare la povertà energetica.
Condominio 25 Verde, il palazzo foresta di Torino
Condominio 25 Verde a Torino (link dell’articolo). Ph: green.it

Strumenti per il cambiamento

Il GBC Italia non si limita a effettuare delle proposte solo sugli interventi da mettere in campo per una transizione energetica, ma elenca una serie di strumenti che sostengano gli sforzi di contrasto ai cambiamenti climatici. Si tratta di proposte sull’ambito legislativo e normativo, come ad esempio l’aggiornamento dei Criteri Ambientali Minimi in Edilizia. A livello normativo si dovrebbe favorire un approccio prestazionale a discapito di quello prescrittivo, in modo tale che il progettista focalizzi l’attenzione sull’intero ciclo di vita dell’edificio. Successivamente nel manifesto vengono proposte una serie di azioni a livello finanziario, come ad esempio l’erogazione di Mutui Verdi, e il potenziamento delle attività di ricerca e di sviluppo. Attraverso un Piano Edilizia 4.0 il GBC propone di incentivare un processo di digitalizzazione dell’intera filiera edile.

Un ambiente costruito sostenibile per l’Italia del futuro
Ph: gbcitalia.org

Una cabina di regia

Il GBC Italia inoltre, propone una cabina di regia volta ad incrementare gli sforzi sul tema dello sviluppo sostenibile. Un centro di coordinamento politico interministeriale che si occupi di incrementare lo sviluppo sostenibile delle costruzioni grazie al contributo di enti e associazioni qualificate. L’ente propone anche di integrare nei processi decisionali gli indicatori riconducibili agli Obbiettivi di Sviluppo Sostenibile, gli SDGs dell’ONU.

È il momento di agire poiché i cambiamenti climatici sono la sfida del nostro tempo.

vedi: Manifesto degli architetti per fronteggiare la crisi climatica
Un ambiente costruito sostenibile per l’Italia del futuro
Ph: gbcitalia.org

Il manifesto di GBC Italia: “Un ambiente costruito sostenibile per l’Italia del futuro: le proposte di GBC Italia”

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su buildingcue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Lorenzo Iaconinotohttps://buildingcue.it
Ingegnere Edile laureato al Politecnico di Torino con tesi sul BIM per il Facility Management dello Juventus Stadium. Collabora con Politecnica Ingegneria e Architettura.