Lo scopo del governo cinese è di mitigare le criticità riguardanti l’inquinamento ambientale. A tal proposito, dopo un progetto tenuto in stallo per due anni, in Cina è stata ultimata la torre antismog.

Cos’è e come funziona

Situata precisamente a Xian, di forma cilindrica, la quale ricorda un vero e proprio filtro, di altezza circa 100 metri, porterà beneficio all’aria circostante. Alla base della torre sono stati posizionati dei pannelli solari, che fungeranno da generatori di corrente per permettere il funzionamento della torre.

Ph. nbcnews.com

Totalmente eco – friendly, sfrutta energia rinnovabile per produrre beneficio all’ambiente. Attorno alla torre antismog viene purificata l’aria fino a 10 chilometri quadrati di distanza. È in grado di produrre una quantità di aria filtrata come 10 milioni di metri cubi.

Un insieme di serre, poste alla base, riscaldano l’aria che, grazie al moto ascensionale risale l’anima della torre. I filtri all’interno purificano l’aria e, arrivata in cima, si disperde nell’ambiente.

Ph. nbcnews.com

Per la realizzazione di tale opera si sono aggiunti ricercatori scientifici che hanno potuto costatare l’efficienza dei pannelli solari anche durante l’inverno, addirittura maggiorata. Gli scienziati hanno verificato l’efficacia della torre antismog, scoprendo che le polveri sottili venivano ridotte del 15 %, un dato che porterebbe ad una vera e propria rivoluzione.

Altri esemplari

Non la prima e si spera che non sia l’ultima. Daan Roosegaarde, artista noto per le sue opere sostenibili, già un anno fa portava a Pechino la Smog Free Tower, una torre di 7 metri e capace di filtrare 30.000 metri cubi di aria all’ora.

La Smog Free Tower
Ph. studioroosegaarde.net

La novità più curiosa riguarda la capacità di comprimere le polveri filtrate e riprodurre delle piccole pietre, contenenti 1000 metri cubi di aria purificata, da poter incastonare in bigiotterie per un regalo o per un ricordo particolare e assai utile all’ambiente.

Anche Nuova Delhi, data la sua attitudine all’inquinamento, potrebbe seguire le orme della Cina. L’idea, partita da una start-up indiana, è quella di creare una torre di modeste dimensioni per purificare l’aria circoscritto nel raggio di 4 chilometri, cosi da portare beneficio a migliaia di abitanti.

Per la Cina l’intenzione è quella di espandere l’idea di torre antismog su tutto il territorio. Infatti, è gia in progetto un’altra torre alta 500 metri cosi da avere un raggio di efficacia più esteso.