Home » Come scegliere la caldaia per la propria abitazione

Come scegliere la caldaia per la propria abitazione

Chiedere aiuto ad un esperto per installare la propria caldaia di casa è sempre una buona idea. Risparmio, controllo della temperatura e design smart e funzionale sono caratteristiche da non trascurare.

Categorie CuE Consiglia · News

Riscaldare casa è importante nelle stagioni invernali, ma farlo nel modo giusto ancora di più. Le caldaie non sono tutte uguali, alcune hanno più funzionalità smart, ci fanno risparmiare di più, altre sono meno ingombranti o presentano un design più moderno. Scegliere il modello giusto è difficile, soprattutto se non siamo molto esperti, rischiamo di installare una caldaia qualsiasi, senza individuare gli effettivi vantaggi. Chiedere aiuto ad un esperto, come Braga Installazione caldaie, può essere molto utile per scegliere la tipologia che si adatta meglio alle nostre esigenze. Ad esempio, se abbiamo una casa molto piccola, potrebbe bastarci una caldaia con una potenza non troppo alta, mentre se abbiamo una casa grande con diverse stanze, la situazione è ben diversa. Oltre a rivolgerci a qualcuno di esperto possiamo documentarci e capire quali sono i criteri d’acquisto per scegliere la caldaia perfetta, vediamoli di seguito.

Consigli per scegliere la caldaia ideale

Caldaia

Prima di acquistare la caldaia ideale, è importante capire come funziona. Tutti sappiamo che è un apparecchio che permette di produrre calore ma si divide principalmente in base a due parametri: la potenza termica nominale e la portata termica nominale. Con la potenza termica viene indicata la potenza massima erogabile; mentre con la portata termica si indica la quantità di energia di combustibile che viene utilizzata per la potenza nominale. Il rapporto tra le due definisce il rendimento massimo della caldaia. Questo riguarda l’aspetto tecnico del funzionamento della caldaia, che può essere difficile da comprendere ma ci si può far aiutare da un addetto ai lavori per avere più informazioni sull’argomento. Quello che interessa a noi è capire gli aspetti pratici; considerando che ogni caldaia presenta degli aspetti strutturali differenti e la scelta varia in base alle caratteristiche dell’ambiente in cui andremo ad inserirla.

Prima di acquistare una caldaia, possiamo facilitare il processo ponendoci alcune domande, ad esempio se ci serve solo per il riscaldamento o anche per la produzione di acqua calda sanitaria (molti modelli presentano entrambe le funzioni); se i consumi domestici sono elevati e vogliamo diminuirli, se trascorriamo molto tempo in casa e se vogliamo installare la caldaia all’interno o all’esterno della nostra abitazione. In base alle risposte che ci diamo, possiamo trovare il modello di caldaia ideale che soddisfi le nostre necessità, facendoci spendere il meno possibile. Se passiamo tanto tempo fuori casa non ha senso lasciare la caldaia in funzione continuamente; è meglio impostare delle fasce orarie in cui inizierà a funzionare in automatico, facendoci trovare la casa calda al nostro ritorno.

Come funziona il consumo per il riscaldamento

Durante la stagione invernale è normale consumare di più rispetto alla stagione estiva, perché accendiamo il riscaldamento. Ci sono però delle persone che spendono di più rispetto ad altre, perché utilizzano un impianto diverso. Sono diversi i fattori che possono influenzare l’aumento dei consumi, ad esempio se abbiamo termosifoni in ogni stanza o se sono suddivisi a zone. Ci sono persone che, non avendo un impianto con una tecnologia nuova, non hanno la possibilità di impostare le fasce orarie e quindi si ritrovano a spendere di più; lasciando acceso il riscaldamento anche nei momenti in cui non serve. A questo scopo è consigliato installare anche delle valvole termostatiche su ogni termosifone e collegarle a un termostato, così da regolare in modo intelligente la temperatura in ogni stanza.

Il controllo della temperatura è fondamentale per risparmiare: se andiamo a dormire possiamo lasciare il riscaldamento acceso fino alle 2 e poi farlo spegnere in automatico; in modo da non avere freddo e non buttare soldi in eccesso. Possiamo così stabilire il comfort dal mattino alla sera, diminuendo la temperatura di notte, in modo che non superi i 16-18 gradi; considerando che in inverno dentro alle abitazioni la temperatura non dovrebbe mai superare i 20-22 gradi. Sia in estate che in inverno, bisogna sempre assicurarsi di non avere troppi sbalzi termici tra l’interno e l’esterno. Grazie alle applicazioni mobile possiamo impostare la temperatura ideale anche a distanza.

Lascia un commento