Se si parla di rischio ambientale e salvaguardia del territorio, ecco che entra in campo l’Ingegnere Ambientale.

L’Ingegneria Ambientale o per esteso, Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorionasce con l’obbiettivo di formare professionisti capaci di operare in un contesto che, negli ultimi decenni ha acquisito una notevole importanza come quello ambientale: in particolare l’Ingegneria Ambientale fornisce metodi e strumenti per la gestione dell’ambiente costruito e dell’ambiente naturale e la difesa delle sue componenti, per valutazioni di impatto ambientale ovvero d’inquinamento e per il monitoraggio ambientale delle risorse naturali.

Lo scopo dell’Ingegnere Ambientale è:

  • la valutazione della gestione dell’acqua, o meglio della risorsa idrica, (ricerca, captazione, distribuzione, depurazione),
  • il ciclo di smaltimento dei rifiuti,
  • la bonifica di del suolo dagli agenti inquinanti,
  • la valutazione di impatto ambientale riguardo al contesto in cui si inserisce una costruzione,
  • la gestione delle materie prime come il petrolio,
  • analisi meccanica dei terreni per costruzione di fondazioni superficiali e profonde e di discariche.