SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Cupole in bamboo, la nuova idea per le spiagge italiane

Lo studio romano Obicua, insieme all’architetto Sofia Tsagadopoulou, ha ideato delle cupole in bamboo per permettere le vacanze al mare durante il periodo estivo. Si tratta di una struttura leggera composta da moduli triangolari facilmente trasportabile e adattabile alla natura del piano d’appoggio e soprattutto utilizzando materiali compatibili con il contesto marino. Infatti esistono due versioni una in bamboo, un’altra in alluminio, entrambi materiali adatti per l’uso. E’ una proposta concretamente applicabile?

Molti ricordano la proposta delle pareti in plexiglass che è rimbalzata in rete pochi giorni fa, aspramente criticata. Nei giorni scorsi, però, molte società della riviera romagnola hanno effettuato ordini per realizzarla contro l’incredulità della gente. La proposta delle Cupole in bamboo sembra più sostenibile in tutti gli aspetti.

Cupole in bamboo, la nuova idea per le spiagge italiane
obicua.it

Le cupole in bamboo una soluzione convincente

Lo studio romano avanza l’idea di una struttura modulare leggera facilmente smontabile. Le cupole in bamboo sono inoltre rivestite lateralmente da fibre tessili cosicché si possa garantire il distanziamento permettendo l’azione refrigerante del vento. Inoltre la loro posizione è diagonale, ovvero sfalsando le file, così da garantire una maggiore compattazione e l’affaccio sul mare a tutti. Sono grandi 5×5 metri e permettono la sosta di una famiglia di massimo 5 individui se accompagnati da bambini.

Cupole in bamboo, la nuova idea per le spiagge italiane
obicua.it

Obicua per la sua cupola in bamboo ha progettato anche un sistema idraulico che possa garantire all’interno delle cupole delle docce prendendo, con il tramite di una vasca, l’acqua direttamente dal mare. L’idea è arrivata poiché probabilmente non sarà concesso fare il bagno essendo questo un motivo di assembramento incontrollato.

“Abbiamo ideato questo progetto in risposta ai problemi che andranno ad affrontare gli addetti ai lavori sulle loro spiagge per rispettare le distanze di sicurezza ma cercando di mantenere quel senso di libertà che i bagnanti ricercano in una giornata da passare in spiaggia.[…] Tutti tessuti leggeri, resistenti e facilmente trasportabili il che permette la variazione della forma da sistemare sull’arenile come meglio si crede” queste le parole di Valerio Campi, co-founder di Obicua, al quotidiano il Tempo.

Cupole in bamboo, la nuova idea per le spiagge italiane
obicua.it

Le vacanze al mare sono una questione prioritaria?

Viene quasi naturale domandarsi come sia possibile che stiano nascendo tutte queste soluzioni per le vacanze al mare. Non bisogna dimenticare che, valutando sia i ricavi diretti che l’indotto, il valore del settore turistico balneare annuo è 140 miliardi di euro. Va quindi fatto di tutto per salvare il turismo italiano e tocca ai tecnici questo importante ruolo.

Intanto in Salento, con precisione a Porto Cesareo, per salvare la stagione balneare, iniziano le prime prove di fattibilità di nuove idee di risistemazione esterna. Si propone degli spazi di 10mq, delimitati da picchetti, distanti fra loro 1m e lontani dalla riva del mare. Per ora solo proposte, qual è quella più convincente?

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Marcello Raianohttps://buildingcue.it
Studente laureando in Ingegneria Edile-Architettura presso il Politecnico dell'Università Federico II di Napoli. Formato principalmente in Tecnologie per l'edilizia e Prevenzione incendi, ha affrontato nel suo percorso temi come il restauro di monumenti storici, analisi sismica di edifici nuovi ed esistenti in calcestruzzo armato. Appassionato di politica, ma soprattutto di cinema.