Home » Edilizia sanitaria: concetti moderni per spazi in cui sentirsi come nel “salotto di casa”

Edilizia sanitaria: concetti moderni per spazi in cui sentirsi come nel “salotto di casa”

Come ci stiamo muovendo in Italia? Nuovo concetto di “ospedale” e linee generali con focus veloce su alcuni esempi da Torino a Napoli sotto un unico obiettivo, la salute.

Categorie News

Ideare, progettare, concepire spazi finalizzati al benessere e alla cura dei pazienti con le loro famiglie. Questo è ciò che un tecnico deve fare con un grado di delicatezza e difficoltà più elevati, ma allo stesso tempo stimolanti e gratificanti.                                                                          
Il principio alla base della realizzazione di questi nuovi spazi destinati ad edilizia sanitaria di nuova generazione è l’attenzione all’utente medio. Esso infatti, si trova ad affrontare un momento difficile della propria vita. Fisicamente ma soprattutto emotivamente, ciò coinvolge sia i pazienti ed altrettanto le loro famiglie.                                                                                                      

I parametri progettuali dell’edilizia sanitaria                                  

I parametri di cui bisogna tener conto nell’ambito dell’edilizia sanitaria sono molteplici; comfort acustico, illuminazione, percezione visiva dall’arredo, accostamenti cromatici, parametri termoigrometrici, fattori emotivi e spazialità confortevole.          
Nella progettazione di importanti opere, ma soprattutto in ambito sanitario, le analisi di esigenze specifiche sono molto importanti. Esse sono la chiave per un successo verso le terapie e la gestione di un percorso di guarigione del paziente. Benessere psicofisico, armonia e tranquillità devono essere donati non solo da un personale altamente qualificato, ma da ambienti interni accoglienti, confortevoli e caldi , quasi avvolgenti come un abbraccio caloroso.  

I principi per un’edilizia sanitaria adeguata                                                                  

I principi basilari da  rispettare in generale sono:

  • Co living: progettare in modo tale da fornire spazi di coabitazione tra medici, infermieri, pazienti e famiglie;
  • Soft Digital: digitalizzazione dei servizi e rapporto quanto più semplice ma al tempo stesso tecnologico per un servizio migliore e più snello ed essenziale;
  • Convenient Mindfulness: il design interiore deve trasmettere e fornire  adeguate soluzioni non solo di spazi condivisi dove vivere momenti di silenzio e riflessione ma anche di sfogo ed esternalizzazione di emozioni interne diverse;        
  • Design terapy: arredamento, oggetti, disposizione accurata degli stessi, cura nelle forme e flessibilità devono essere semplici, curate e ben studiate per un maggiore comfort.   

Il modello ospedaliero contemporaneo

Il nuovo concetto di modello ospedaliero nasce già dal 2001, quando l’architetto Renzo Piano elabora un piano nazionale su richiesta del Ministro del lavoro. Gli obiettivi principali prevedevano luoghi specifici, dove accogliere e curare pazienti ed accompagnarli alla normale quotidianità coinvolgendo tutti i soggetti a servizio di un complesso ed articolato progetto edilizio ed architettonico.

Vi furono non pochi problemi dovuti a lungaggini e burocrazia varia. Alcuni esempi concreti però, denotano una sempre maggiore accuratezza ed interesse a favorire la nascita di questi nuovi centri. Da Nord a Sud l’impegno verso una modernizzazione di questi complesse opere edilizie ebbe inizio.   

Ospedale del Mare, Napoli

Ospedale del mare a Napoli è caratterizzato da una piazza pubblica e una hall di ingresso. Tali ambienti hanno diversi servizi di accoglienza, oltre ad un sistema di distribuzione dei percorsi per l’accesso alla struttura ospedaliera. La piazza e la sua modernità spiccano nel contesto urbano di questa zona napoletana. La pavimentazione contraddistingue le diverse aree di questo luogo pubblico: in prossimità della sede stradale.  

edilizia sanitaria
Ospedale del mare, da www.aslnapoli1centro.

Parco della Salute e della Scienza, Torino

Un ulteriore esempio di edilizia sanitaria è il Parco della Salute e della Scienza. Dall’ex area industriale Fiat-Avio, a Torino, sorgerà il nuovo edificio. Cantiere di edilizia sanitaria che comprenderà le nuove sedi ospedaliere delle Molinette, del Cto e dell’Ospedale Sant’Anna. Il nuovo Parco della Salute e della Scienza di Torino rappresenta un punto di riferimento a livello regionale e nazionale.

Parco della Salute e della Scienza, google.com

    A cura di Giuseppe Manzo

Lascia un commento