I materiali nel campo dell’edilizia sono una branca in continua fermentazione: inventare o rinnovare alcune tipologie per andare incontro alle esigenze dell’uomo moderno ci sta mettendo di fronte ad innovazioni davvero singolari, e l’ultima scoperta di una un’università svedese non è da meno. Chi se non proprio la patria del legno poteva rinnovare questo materiale e renderlo appetibile al pubblico più vasto? D’altronde stiamo parlando di una nazione che ha rivoluzionato il mondo del commercio grazie ad Ikea e continua comunque a rimanere uno dei più grandi esportatori di legno al mondo.

Infatti i ricercatori della KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma hanno realizzato una nuova tipologia di legno: il legno trasparente. Questa nuova tipologia di legno ha esattamente le stesse caratteristiche che hanno reso il materiale uno dei più usati sin dall’antichità come materiale da costruzione: ottimo isolamento termico, acustico ed elettrico, buona resistenza al fuoco, leggerezza e efficienza prestazionale simile a quella dell’acciaio.

Il legno trasparente
dailymail.co

La trasparenza del legno è stata ottenuta attraverso due fasi differenti. Prima è stata rimossa chimicamente la lignina, un complesso polimero organico che si trova nelle pareti cellulari di alcune cellule vegetali, e che è capace di bloccare circa l’80-95% della luce che lo attraversa. Una volta rimosso questo composto, il legno diventa incredibilmente bianco, ma non trasparente. La seconda fase serve per far raggiungere un buon livello di trasparenza. I ricercatori infatti hanno impregnato i tessuti vegetali di un polimero trasparente, il polimetilmetacrilato, meglio conosciuto con il nome commerciale di Plexiglass. Si ottiene quindi un materiale capace di mettere insieme le caratteristiche tipiche del legno con quelle del polimero plastico: il legno trasparente è due volte più resistente del Plexiglass e più trasparente del vetro.

Intere costruzioni di legno trasparente potrebbero portare ad ottimizzare l’illuminazione degli ambienti interni permettendo alla luce naturale di entrare direttamente, avendo come diretta conseguenza un abbattimento dei costi dell’illuminazione artificiale, che quindi non sarebbe più necessaria soprattutto di giorno. Pannelli di legno semi-trasparente potrebbero comunque essere utilizzati per mantenere la privacy interna, permettendo comunque di far entrare la luce naturale. Inoltre non è da dimenticare che la più importante caratteristica del legno è il suo prezzo economico e la sua derivazione naturale; unendo l’innovazione con la tradizione di questo materiale, è possibile creare dei sistemi totalmente in equilibrio con la natura.

Il legno trasparente
sciencedaily.com

I ricercatori comunque sono al lavoro per cercare di creare diverse tipologie di legno trasparente, che potrebbe essere usato anche come materiale per gli infissi e i pannelli solari.

Insomma, il futuro è alle porte!