Dopo sei anni di intensi lavori è ormai prossimo al completamento il Raffles City Chongquin, il nuovissimo centro polifunzionale progettato dall’architetto israeliano Moshe Safdie. Con il suo design innovativo ma specialmente grazie ad uno spettacolare ponte pedonale in vetro posto in sommità, il grattacielo orizzontale, così ormai denominato dagli addetti ai lavori sin dai primi giorni, dominerà lo skyline di questa città del distretto di Yuzhong, alla confluenza dei fiumi Yangtze e Jialing.

Sostenibilità, progettazione all’avanguardia e ingegneria estrema si incontrano per dar luogo ad una concetto architettonico unico. Il grattacielo orizzontale, il cui progetto strutturale è stato realizzato da ARUP, misura 1,12 milioni di m² e comprende un centro commerciale di 230mila m², 1.400 appartamenti residenziali, un hotel di lusso e 160mila m² di spazi per uffici di lusso.

Una passerella a 300 metri di altezza

Il grattacielo è composto da otto torri realizzate in struttura mista acciaio-cemento, di altezza differente e leggermente curvi, forma che ricorda le vele delle navi mercantili cinesi che un tempo esercitavano il loro commercio nel fiume affollato che attraversa la città. Le due torri avanzate sono alte 350 metri, mentre le altre sei sono alte 250 metri. Le quattro torri centrali sono collegate dall’elemento che distingue l’intero progetto, ovvero uno skybridge in vetro lungo 300 metri, che permetterà di osservare la città da un’altezza privilegiata.

In Cina il grattacielo orizzontale più alto al mondo
www.safdiearchitects.com

Denominato The Crystal, il ponte pedonale sarà la costruzione orizzontale posta più alto al mondo, ed è costituita da tubolari in acciaio che vanno a formare una struttura reticolare, appoggiata alle torri centrali e ancorata a quelle laterali più alte. Per realizzarlo esso è stato suddiviso in nove parti, di cui quattro realizzate direttamente in cima alle torri, mentre le altre cinque sono state assemblate a terra e poi sollevate successivamente tramite gru.

In Cina il grattacielo orizzontale più alto al mondo
www.safdiearchitects.com

Il ponte è rivestito da 3000 pannelli di vetro e circa 5000 pannelli di alluminio e, tra gli altri servizi, al suo interno sorgeranno due piscine a sfioro, una galleria, ampi giardini con alberi e ristoranti e un punto di osservazione. Nel seguente video è possibile vedere le varie fasi di costruzione e assemblaggio del ponte pedonale.

Un innovativo sistema antisismico

Se lo skybridge in vetro salta subito all’occhio dell’osservatore e rappresenta il particolare distintivo del grattacielo orizzontale, la progettazione antisismica è, come spesso accade, il tratto silente degli edifici realizzati in terra asiatica. Le due torri centrali da 350 metri infatti vantano un rapporto di snellezza superiore a 9,5 e ciò ha rappresentato una grande sfida per gli ingegneri strutturali, che hanno studiato soluzioni strutturali innovative ed efficaci volte alla stabilizzazione laterale delle torri.

In Cina il grattacielo orizzontale più alto al mondo
Le torri in costruzione. PH: www.safdiearchitects.com

Il sistema brevettato per il Raffles City Chongquin è unico al mondo ed stato denominato dagli ingegneri strutturali Hybrid Outrigger System. Esso agisce direttamente sui core in cemento armato del vano scala tramite stabilizzatori diagonali che formano un efficace sistema strutturale mega frame. L’elemento principale del sistema sono i setti in cemento armato, che donano rigidezza e resistenza, collegati a delle mega colonne in cemento tramite un sistema di rinforzo in acciaio.

In Cina il grattacielo orizzontale più alto al mondo
L’Hybrid Outrigger System. PH: www.ingegneri.cc

Il collegamento tra le colonne e il sistema di rinforzo avviene tramite quello che gli ingegneri chiamano ‘structural fuse‘, uno spesso piatto in acciaio che funziona principalmente come un sistema a taglio. Esso è l’elemento chiave del sistema e ha il compito di limitare le forze assorbite dal sistema, comportandosi in maniera duttile.

In Cina il grattacielo orizzontale più alto al mondo

Questo ‘fusibile’ inoltre protegge i setti in cemento armato dalla fessurazione e globalmente garantisce che l’edificio non collassi. Grazie a questo sistema si è risparmiato circa il 10% di acciaio rispetto ai normali sistemi di dissipazione sismica, con risparmi importanti dal punto di vista dei costi e delle tempistiche.

In Cina il grattacielo orizzontale più alto al mondo
L’Hybrid Outrigger System applicato al Raffles City Chongquin.

Un edificio sostenibile

Il Raffles City Chongquin è stato progettato secondo i più alti standard di architettura sostenibile. Nella struttura sono stati infatti integrati avanzati sistemi di teleraffreddamento, misure di raffrescamento passivo, un sistema di riciclo delle acque e sensori per rilevare la qualità dell’aria.

In Cina il grattacielo orizzontale più alto al mondo
Gli interni del grattacielo orizzontale. PH: www.safdiearchitects.com

Inoltre sono stati utilizzati materiali provenienti dal riciclo dei rifiuti edilizi prodotti durante i lavori, sposando quindi il concetto dell‘economia circolare. Tutto questo è valso al grattacielo il riconoscimento della precertificazione LEED di livello Gold.

In Cina il grattacielo orizzontale più alto al mondo
www.safdiearchitects.com