di Gemma Delle Cave

L’anno prossimo il famoso Burj Khalifa di Dubai perderà il primato di grattacielo più alto del mondo in favore della Jeddah Tower o Kingdom Tower, in costruzione nella città di Gedda. L’Arabia Saudita così porterà via lo scettro di edificio più alto del mondo ai vicini Emirati Arabi Uniti, leader indiscussi, insieme alla Cina, nella costruzione di strutture lussuose dalle misure imponenti e altamente all’avanguardia.

Il progetto

Il progetto è dello stesso studio che ha lavorato all’esecuzione del Burj Khalifa, l’Adrian Smith + Gordon Gill Architectures di Chicago. La gestione della Jeddah Tower, invece, è in mano a Bakr Bin Laden, presidente della società di costruzioni Bin Laden Group, e al principe Al-Waleed bin Talal, uomo più ricco del Medio Oriente e membro della famiglia reale saudita. Il costo complessivo è arrivato ad oggi a 2 miliardi di dollari, più del previsto a causa di ritardi per burocrazia, presunta corruzione e problemi economici sorti per finanziare il progetto sin dall’inizio dei lavori nel 2013.

Jeddah Tower, nel 2020 sarà ultimato il grattacielo più alto del mondo
archdaily.com

La torre proporrà abitazioni sontuose, ristoranti, negozi, uffici, uno degli hotel Four Seasons e l’osservatorio astronomico più alto del mondo, nonché un balcone sospeso a circa 652 metri sopra il livello del mare. L’area di 23 ettari che circonda la torre comprenderà poi centri commerciali, università, parchi pubblici e un’area pedonale.

Numeri letteralmente da capogiro

Il Burj Khalifa, completato in un tempo record di 5 anni, con i suoi 163 piani è alto “solo” 829.8 m, mentre la Jeddah Tower arriverà con 200 piani a misurare 1008 m effettivi (ma sai come si misura l’altezza di un grattacielo?) Avrà il primato di essere il primo edificio in assoluto a superare il chilometro di altezza, purtroppo fino a che non ne arriverà un altro che lo renderà più basso. Infatti, per il 2021 sarà ultimata anche la Dubai Creek Tower, che potrebbe superare la Jeddah Tower. Lo studio Kohn Pedersen, d’altro canto, ha previsto la realizzazione a Tokyo di un super grattacielo, la Sky Mile Tower, alto 1700 m. Sarà completamente ecosostenibile e resistente a tutto, dai terremoti agli tsunami più disastrosi, e potrà ospitare quasi mezzo milione di persone.

Jeddah Tower, nel 2020 sarà ultimato il grattacielo più alto del mondo
La Jeddah Tower in costruzione. PH: youtube.com

I problemi per il corpo umano

Le altitudini elevate possono dare problemi al corpo umano. Sorgono, dunque, interrogativi circa gli effetti legati al trasporto agli ultimi piani con uno dei 59 ascensori di cui sarà dotata la Kingdom Tower. L’ascensore impiega qualche minuto a raggiungere la vetta e per i più deboli, a causa del cambio di pressione, questo potrebbe portare a vertigini, mal di testa e nausea.  Per tale ragione, i progettisti hanno stabilito un limite per la velocità degli ascensori di circa 36 Km/h. Inoltre, i cavi dopo il mezzo km di altezza non riescono a sostenere il loro stesso peso e la soluzione avanzata è stata la divisione in due cavi e, perciò, l’utilizzo di 2 ascensori per la salita.

Altre curiosità sulla torre elegante

La torre avrà una forma aerodinamica triangolare e l’esterno inclinato per ridurre il carico del vento. Inoltre, il suo piano a forma di tri-petalo si ispira alle foglie delle piante del deserto. Il sistema di pareti esterne della Jeddah Tower comprende vetri a bassa conducibilità per ridurre il consumo di energia per l’aria condizionata, che con i 50 °C in media di quelle zone è praticamente indispensabile.

Una struttura di tale altezza richiede un’enorme quantità di acciaio per la costruzione che può raggiungere fino a 80.000 tonnellate. Infine, il diametro dei pali di fondazione supera i 3 metri, mentre la loro lunghezza oltrepassa i 100 m. Per i più curiosi, ecco una foto in cui ci sono i primi 5 grattacieli attualmente più alti del mondo paragonati alla Jeddah Tower.

Jeddah Tower, nel 2020 sarà ultimato il grattacielo più alto del mondo
ilpost.it