SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Jungle Bubbles, un resort di lusso tra giungla e elefanti

La Thailandia è ormai una delle mete preferite dai viaggiatori di tutto il mondo, grazie al fascino e alla modernità della sua capitale che si mischia alla natura selvaggia e incontaminata del paese. Tra le tante esperienze che offre questa terra, d’ora in avanti sarà possibile farne una davvero particolare, ovvero dormire in una bolla nella giungla circondati da elefanti: ecco le Jungle Bubbles.

Un’esperienza unica in Thailandia e nel mondo

Ad offrire la possibilità di dormire tra gli elefanti è l’Anantara Golden Triangle Elephant Camp & Resort, un resort di lusso arroccato su una collina che domina i fiumi Mekong e Ruak e che si estende per 650.000 metri quadrati di giungla incontaminata. La particolarità di questo resort sta nelle stanze, le Jungle Bubbles, delle vere e proprie bolle trasparenti che permettono di godere di una vista unica e mozzafiato della giungla circostante rimanendo comodamente stesi sul proprio letto.

designboom.com

Le Jungle Bubbles sono formate da strutture trasparenti arroccate su ponti di legno rialzati per offrire una vista ininterrotta. Progettate su misura da Eye in The Sky, queste bolle sono realizzate in tessuto poliestere che sfrutta la tecnologia Précontraint di Serge Ferrari. Ogni sistemazione è grande 22 metri quadrati ed è dotata di una camera da letto e una zona giorno con aria condizionata, alcuni posti a sedere e una doccia in un ambiente laterale chiuso.

designboom.com

La tecnologia Précontraint

Le stanze trasparenti di questo resort sono realizzate con un materiale che sfrutta la tecnologia Précontraint di Serge Ferrari. Esso è un materiale innovativo che unisce leggerezza, resistenza e durabilità per dare vita ad un materiale dal rapporto peso/prestazioni unico nel suo genere. Brevettato dall’azienda Serge Ferrari, questo materiale è il prodotto più importante e famoso del gruppo industriale francese, leader mondiale nel settore delle membrane composite flessibili. La tecnologia Précontraint consiste nell’applicare una tensione biassiale al materiale, nel senso della trama e dell’ordito, durante tutto il ciclo di fabbricazione. In seguito, la struttura in micro-cavi PET viene rivestita con vari strati di polimeri ed infine viene effettuato un trattamento superficiale di resistenza alla sporcizia.

sergeferrari.com

Grazie a questo procedimento i materiali che sfruttano la tecnologia Précontraint sono dotati di proprietà uniche in termini di resistenza e leggerezza, con ridotte deformazioni sotto carico e con una durata di utilizzo superiore. L’ideale per godere di un panorama mozzafiato avendo però tutti i comfort ambientali, acustici e protettivi di altri materiali. Serge Ferrari utilizza la tecnologia Précontraint in diversi contesti, dalle strutture modulari all’industria, dall’ambiente alla comunicazione visiva, fino anche alla nautica e all’arredamento.

Quanto costa dormire nelle Jungle Bubbles

Le tariffe di questo resort partono da 17.700 baht thailandesi, ovvero circa 585 dollari a notte, per due persone. Il prezzo include un cestino per la cena, un mini bar ben fornito, servizio in camera 24 ore al giorno e un bollitore per tè e caffè.

designboom.com

L’Anantara Golden Triangle Elephant Camp & Resort è già famoso in Thailandia per aiutare gli elefanti. E’ dotato infatti di un campo dove ci si può prendere cura di questi animali. L’idea di questo resort è nata per raccogliere fondi a favore degli elefanti e consentire a questi animali ogni cura e comfort necessario per vivere la loro vita in questo ambiente.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Massimiliano Russohttp://building.closeupengineering.it
Laureato in Ingegneria Civile e Ambientale presso il Politecnico di Bari, ora studente di Ingegneria Strutturale presso l'Università di Pavia. Giocatore di pallavolo ma amante del tennis, appassionato di musica e talvolta musicista, amo la natura e vorrei restituire ad essa ciò che l'uomo le ha sottratto immeritatamente per troppo tempo.