La nuova casa dell’Atletico Madrid: il Wanda Metropolitano

Si cambia musica per l’Atletico Madrid. Ormai lo storico stadio della squadra spagnola è acqua passata. Oggi, 16 settembre 2016, giocherà la prima partita nel suo nuovo stadio “Wanda Metropolitano”. Il suo nome un po’ singolare è legato al nome della società cinese che ha acquistato il 20% della società Spagnola (Wanda Group) e allo stadio utilizzato dall’Atletico prima del Vicente Calderon.

Lo stadio

I lavori sono iniziati nel novembre del 2011 e hanno visto un investimento complessivo di circa 300 milioni di euro. La struttura è un vero gioiello di tecnologia con una capienza di circa 68.000 posti dove i tifosi potranno godersi a pieno tutte le prestazioni dei loro beniamini. E’ stato realizzato dallo studio degli architetti Cruz e Ortiz su una superficie di circa 85.000 metri quadrati e utilizzando circa 6.000 tonnellate di acciaio.

In realtà il nuovo stadio dell’Atletico non è uno stadio di nuova costruzione, ma nasce da una massiccia ristrutturazione di un altro stadio chiamato Peineta che era stato costruito per la candidatura di Madrid ai Giochi Olimpici e poi passato nel 2015 definitivamente al club di Madrid.

nuovo stadio atletico
ticketbureau.com

Questo stadio ha un primato: unico stadio al mondo con un illuminazione 100% al led. Tante altre le tecnologie per garantire una visione completa a tutti gli spettatori che comunque saranno vicinissimi al campo. Dunque tanti monitor, maxi schermi, fan zone, zona ristorazione per uno stadio costruito per darà nuovo lustro alla squadra di Madrid e che ambisce ad ospitare la finale di Champions 2018/2019.

nuovo stadio atletico
ticketbureau.com

Ecco un video che mostra in timelapse i lavori che hanno portato alla realizzazione dello stadio.