SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Il palazzo che suona con la pioggia di Dresda

A Dresda c'è un palazzo che suona con la pioggia. Countryard of Elements è il progetto artistico che sfrutta e potenzia il suono della pioggia.

Un ticchettio inconfondibile, ritmico, che infonde pace e risuona sui vetri delle finestre o sull’asfalto delle strade. È il rumore della pioggia che goccia dopo goccia crea una vera e propria armonia musicale. Alcuni artisti in Germania hanno deciso di creare una facciata che amplifica il suono della pioggia e la converte in una sinfonia. Il “Funnel Wall” si trova all’interno del Neustadt Kunsthofpassage (il “passaggio nel cortile dell’arte”), un quartiere di Dresda divenuto meta turistica per gli amanti dell’arte.

Il palazzo che suona con la pioggia di Dresda
Ph: unusualplaces.org

Il suono della pioggia non ha bisogno di traduzione

Alan Watts, filosofo

Il palazzo che suona con la pioggia

Il palazzo che suona con la pioggia si trova esattamente nell'”Hof der Elemente”, ovvero il cortile degli elementi, nel Kunsthofpassage. La scultrice Annette Paul ha ideato il “Funnel Wall” (la parete imbuto) in collaborazione con i due designer Christoph Rossner e Andre Tempel. Si tratta di un sistema di grondaie e pluviali in lamiera, modellate a forma di strumenti musicali che amplificano il suono della pioggia convertendola in una sinfonia. La facciata prende ispirazione dal metodo della macchina di Rube Goldberg, ovvero di eseguire un progetto deliberatamente complesso al fine di eseguire operazioni semplici o trascurabili. Annette Paul affermò di essersi ispirata grazie al “teatro della pioggia” dei tubi fuori dalla sua casa di San Pietroburgo.

Il palazzo che suona con la pioggia di Dresda
Ph: unusualplaces.org

I tre grandi suoni elementari in natura sono il suono della pioggia, il suono del vento in un bosco primordiale, e il suono del grande oceano su una spiaggia.

Henry Beston, naturalista
Il palazzo che suona con la pioggia di Dresda
Il tovagliolo automatico, una delle invenzioni di Rube Goldberg. Ph: techprincess.it

Kunsthofpassage di Dresda

Il Kunsthofpassage, ovvero il passaggio nei cortili dell’arte, è situato nella parte nuova della città (Neustadt). Esso collega due strade, la Görlitzer Straße e la Alaunstraße, ed è composto da una serie di cinque cortili dedicati all’arte e progettati da artisti differenti. Il Fullen Wall si trova nel cortile dedicato agli elementi (Hof der Elemente). Il tema principale dell’Hof der Tiere è la giungla e nelle facciate sono stati rappresentati scimmie, giraffe che mangiano l’intonaco del palazzo e altri animali. Nel cortile delle luci (Hof des Lichts) la facciata è stata riempita di specchi metallici che riflettono la luce solare secondo la posizione del sole. Nell’Hof der Fabelwesen, cortile dedicato alle figure mitologiche sulle pareti sono state rappresentate figure animali, figure fantastiche, comete e stelle. Infine, nell’Hof der Metamorphosen (cortile delle metamorfosi), l’edificio presenta un’illuminazione in facciata per giochi di luce notturni.

Il palazzo che suona con la pioggia di Dresda
Hof des Lichts. Ph: berlinomagazine.com
Il palazzo che suona con la pioggia di Dresda
Hof der Fabelwesen. Ph: berlinomagazine.com

Riapertura delle bellezze italiane, l’arte e l’architettura al tempo del Covid-19.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su buildingcue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Lorenzo Iaconinotohttps://buildingcue.it
Ingegnere Edile laureato al Politecnico di Torino con tesi sul BIM per il Facility Management dello Juventus Stadium. Collabora con Politecnica Ingegneria e Architettura.