Home » Piattaforme Aeree: quali sono i costi del noleggio

Piattaforme Aeree: quali sono i costi del noleggio

In edilizia le piattaforme aeree sono molto utilizzate; spesso la migliore soluzione per poterle utilizzare è il noleggio. Esistono numerose variabili che incidono sul costo: tipologia, tempi, tipo di trasporto.

Categorie Edilizia

Le piattaforme aeree sono soluzioni che vedono un’applicazione importante in molteplici ambiti dell’edilizia. Rappresentano la naturale evoluzione dei ponteggi e sono macchinari indispensabili per effettuare lavori in altezza.

La prima piattaforma aerea è stata inventata nel 1970 negli Stati Uniti da John L. Grove, il quale desiderava svolgere lavori in altezza con maggiore velocità e sicurezza rispetto agli standard offerti dai ponteggi. Obiettivo ampiamente centrato, ovviamente, con la creazione del primo carro motorizzato dotato di braccio sollevatore e cestello, da subito ben più efficace dei classici metodi.

Il mondo delle piattaforme aeree è ancora oggi in costante evoluzione e sono sempre di più le aziende, dell’edilizia e non solo, che scelgono di avvalersi della pratica del noleggio, la quale presenta l’opportunità di avere a disposizione il macchinario più adatto alle proprie esigenze senza doverne effettuare l’acquisto.

crediti: pixabay.com

Ma quali sono i costi? In questo articolo ci concentriamo proprio su questo tema, ovvero i Prezzi Noleggio Piattaforme Aeree, diversi a seconda che il noleggio sia a caldo oppure a freddo nonché in virtù di altre molteplici varianti. Che cosa significa? Continuate a leggere e lo scoprirete!

Noleggio Piattaforme Aeree: nolo a caldo e a freddo

Il noleggio delle piattaforme aeree può essere di due tipologie: a caldo e a freddo. Si parla di nolo a freddoquando a essere noleggiata è la sola attrezzatura: l’operatore e la sua messa in sicurezza è a carico del cliente. 

Il nolo a caldo, invece, vede non solo il noleggio del macchinario ma anche la messa a disposizione di un operatore abilitato alla sua conduzione. È comprensibile, quindi, che i prezzi varino, nel noleggio della piattaforma aerea, a seconda dell’opzione adottata.

Crediti: pixabay.com

Gli altri elementi che incidono sul costo del noleggio

Gli altri elementi che influiscono sul costo del noleggio di una piattaforma aerea sono:

● Tipologia della piattaforma. Ad esempio, una piattaforma capace di arrivare più in alto, a trenta metri di altezza, costerà più di una che riesce a raggiungerne 14.
● Tempi del noleggio. Maggiore il tempo, maggiore il costo. I tempi di noleggio possono essere di tipo settimanale, annuale o mensile; sono solitamente disponibili scontistiche da applicare al perdurare del noleggio nel tempo.
● Trasporto. I mezzi non targati quali semoventi, pantografi e ragni necessitano di essere trasportati a domicilio. Qualora il trasporto fosse a carico dell’azienda che eroga il servizio di noleggio, si tratta di un costo da applicare al preventivo, diverso a seconda del mezzo trasportato e della distanza da percorrere.

I costi del Noleggio Piattaforme Aeree

I costi del noleggio delle piattaforme sono diversi a seconda dell’azienda che fornisce il servizio. Vediamo nel dettaglio i costi medi giornalieri:
● Piattaforme autocarrate. Il costo medio giornaliero di noleggio varia da 100 euro a un massimo di 400 euro.

● Piattaforme semoventi. Si va da un minimo di 20 euro al giorno per i modelli più elementari fino a circa 250 euro per i modelli più resistenti.

● Piattaforme cingolate e a ragno. Il prezzo medio giornaliero è di circa 120/130 euro.

Il costo medio del noleggio di una piattaforma aerea è compreso, in genere, tra i 100 euro e i 300/400 euro, come si può vedere. Le stime sono sempre generali, in virtù dei molteplici fattori che possono intervenire.

Crediti:pixabay.com

I permessi necessari per le Piattaforme Aeree

Le regole per le piattaforme aeree risultano piuttosto complesse. Sono necessari corsi di formazione per l’utilizzo delle attrezzature, atti a garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro. Il rapporto tra noleggiatore e noleggiante è disciplinato dal D.L. n°81/2008, il quale ha portato per gli operatori l’obbligo di un attestato di formazione. Per questo per diverse aziende può rivelarsi funzionale l’opzione del nolo a caldo.

Il noleggiante ha diritto ad acquisire la piattaforma aerea secondo uno stato di manutenzione, conservazione, efficienza ottimale. Per l’intero corso della durata del noleggio è indispensabile che sia effettuata una dichiarazione contenente i dati degli operatori incaricati dell’uso delle attrezzature. I documenti vanno conservati da entrambe le parti che sottoscrivono il contratto di noleggio.

Lascia un commento