SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Sketchmob e Coronavirus: sabato l’evento temporaneo per tutti gli appassionati di disegno

Molti di noi stanno assaporando un pò di libertà, un pò d’aria, uscendo fuori al proprio balcone o semplicemente affacciandosi alla finestra. Ma perchè non fare di questi momenti un’opportunità? Una domanda che si saranno posti gli organizzatori dello Sketchmob, un evento di disegno, previsto domani, sabato 11 Aprile, dalle ore 16:00 alle 19:00.

Lo schizzo di un porto, da UrbanTV

Ai tempi del Coronavirus, gli organizzatori italiani, Arkipelag e Alterstudio Partners, hanno deciso di proporre un’edizione speciale della manifestazione, in cui tutti i partecipanti sono chiamati a disegnare ognuno nella propria abitazione, raffigurando quello che vedono dalla finestra della propria casa. Per dare una scossa alla quarantena, dopo alcune proposte fornitevi in questi giorni, eccone un’altra.

La locandina dell’evento, da sketchmob.it

Cos’è uno Sketchmob?

Gli eventi Sketchmob sono dei Flashmob tematici. Sono nati a Londra nel 2008 da un’idea di Trevor Flynn. Sono riunioni informali in “luoghi speciali” della città durante cui disegnare tutti insieme quello che ci circonda, utilizzando il disegno come strumento per guardare, comprendere e (ri)scoprire. L’evento di disegno consiste in un incontro estemporaneo e informale, della durata di poche ore, che chiama a raccolta tutti coloro che hanno voglia di disegnare e fare schizzi a mano.

Sketching, da ProfessioneArchitetto.it

Come funziona?

Durante l’evento, ognuno è libero di rappresentare ciò che vuole con la tecnica che preferisce. Solitamente però viene dato un tema. Il tema può essere l’architettura o gli spazi nei quali si svolge lo Sketchmob, che ognuno interpreterà a piacere, con viste d’insieme o semplici dettagli. I disegni non richiedono particolari tecnicismi o la conoscenza di particolari nozioni, basta avere un foglio ed una matita. Gli organizzatori sono in grado di aiutare anche i partecipanti meno esperti con suggerimenti e indicazioni pratiche.

Alla fine dello Sketchmob i disegni di tutti verranno condivisi e commentati, così da formare un grande mosaico. Infine tutti i disegni e gli schizzi dei partecipanti vengono digitalizzati e postati sui social media, insieme a una selezione di foto dell’evento.

L’evento per il disegno di sabato

Sabato prossimo, però, vista la situazione, gli organizzatori italiani Arkipelag e Alterstudio Partners hanno pensato ad un’edizione speciale dell’evento. Tutti i partecipanti, infatti, saranno chiamati a disegnare ognuno nella propria abitazione, raffigurando quello che vedono dalla finestra della propria casa.

Che sia un panorama, un’architettura, l’importante è mettere se stessi su un foglio. Per partecipare sarà sufficiente collegarsi sabato 11 aprile, dalle 16.00 alle 19.00 all’evento dedicato nella pagina Facebook di SketchmobItalia e caricare autonomamente disegni, foto e video della propria finestra con gli hashtag #iorestoacasa #sketchmobitalia.

Sketching, da ProfessioneArchitetto.it

L’iniziativa è volta anche a sostenere Emergency nelle attività svolte presso l’Ospedale da campo di Bergamo, dedicato alla cura di pazienti affetti da Covid-19. Infatti, chiunque voglia può effettuare una donazione con le seguenti modalità:

Ora non resta altro da fare che armarsi di foglio, matita ed aspettare domani con ansia.

CUE FACT CHECKING

CueEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su buildingcue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Mariano Iengohttps://buildingcue.it
Studente di Ingegneria Edile-Architettura presso il Politecnico dell'Università Federico II di Napoli. Diplomato in maturità classica al Liceo Classico Ginnasio J.Sannazaro. Appassionato di architettura e sport. Interessato alle nuove tecnologie in ambito edilizio ed alla comprensione degli aspetti compositivi dell'architettura e dei suoi spazi. La passione per gli studi intrapresi, nasce dalla volontà di conoscere gli aspetti intrinseci di una delle componenti fondamentali della vita dell'uomo: l'abitare.