SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

La teoria del bicchiere d’acqua: BIM, IoT e blockchain

IoT e Blockchain possono essere integrati alla metodologia BIM a vantaggio di tutto il processo edilizio. Nasce la teoria del bicchiere d'acqua che spiega con efficacia come questi tre processi possono essere concatenati durante tutto il ciclo di vita dei manufatti edilizi.

Lo sviluppo dell’industria dell’AEC/FM (Architectural, Engineering and Construction/Facility Management) è in ritardo rispetto alla crescita di altri settori come il settore manifatturiero, aerospaziale o finanziario. Questo fenomeno è dovuto dalla scarsa digitalizzazione, dalla scarsa collaborazione e dai metodi di gestione inefficaci dei progetti di costruzione. Introdurre nuove tecnologie è di notevole importanza per migliorare la produttività e l’efficienza in tutte le fasi del processo edilizio. La possibilità di digitalizzare l’intero processo, dalla fase di progettazione con l’adozione del BIM integrato con la Blockchain e con la filiera riguardante il ciclo di vita dei prodotti, darebbe alla luce un processo trasparente con monitoraggio della condotta e della responsabilità degli stakeholder, con conseguente riduzione di varianti in corso d’opera. Da qui nasce la “teoria del bicchiere d’acqua”.

Uno studio effettuato dal Department of Architecture and Built Environment dell’Università di Nottingham Ningbo China ha provato a definire una teoria, la “teoria del bicchiere d’acqua” appunto, per spiegare come possano interagire il Building Information Modelling (BIM), l’lnternet of Things (IoT) e la Blockchain.

La teoria del bicchiere d'acqua: BIM, IoT e blockchain
Ph: digitalmarketinginstitute.com

Adozione della blockchain

L’adozione dell’economia circolare, trasparente e non modificabile attraverso la Blockchain consente di definire le responsabilità di ogni stakeholder. Tracciare tutte le azioni e ridefinirle in un sistema circolare perfetto, permette di definire un approccio metodologico lineare di causa-effetto. Ogni azione così ha responsabili e conseguenze. L’adozione della blockchain può essere il nuovo paradigma per la gestione delle informazioni. La cronologia dei dati, registrati e protetti con firma digitale e non manomissibili e la gestione delle informazioni decentralizzata, senza terze parti che ne certifichino la validità dei dati, sono caratteristiche che rendono la Blockchain affine al mondo BIM.

La teoria del bicchiere d'acqua: BIM, IoT e blockchain
Ph: blockchain4innovation.it

Teoria del bicchiere d’acqua (Cup-of-water theory)

Ma che cos’è la teoria del bicchiere d’acqua? Il gruppo di ricerca cinese ha elaborato questa teoria per illustrare chiaramente l’interazione di queste tre tecnologie e il modo in cui si concatenano nel processo edilizio. BIM, IoT e blockchain sono complementari e la loro integrazione nell’industria delle costruzioni permette di trasformarla in un settore digitalizzato e informatizzato in un ambiente sicuro e ad alta efficienza. Il vettore, l’entità ed il flusso delle informazioni possono essere paragonati ad un bicchiere d’acqua. L’acqua costituisce i dati mentre la tazza rappresenta il metodo con cui questi dati vengono memorizzati, trasmessi e condivisi.

  • BIM (base del bicchiere): la base del processo di digitalizzazione del settore AEC/FM è costituita dalla gestione delle informazioni digitali per l’intero ciclo di vita dell’edificio.
  • Blockchain (pareti del bicchiere): ridefinisce il metodo di archiviazione delle informazioni. Costituisce un database di registro decentralizzato, adottato come struttura del sistema Bitcoin. Ha ottimi risultati in termini di aggiornamenti, archiviazione e protezione dei dati.
  • IoT (acqua): è una rete che consente la raccolta di dati e lo scambio di oggetti reali supportati da Internet. È possibile utilizzare l’IoT per rendere i componenti dell’edificio trasmessi nella rete in una forma unificata. La gestione dell’edificio può quindi essere ottimizzata poiché è possibile tracciare materiali, attrezzature e altri oggetti.

In assenza di BIM le informazioni ed i dati non possono essere conservati e gestiti. Senza IoT il bicchiere è vuoto e il sistema non è reale. Senza Blockchain i dati e le informazioni non possono essere conservati e gestiti in un ambiente sicuro, trasparente e conveniente. La combinazione di questi tre ingredienti rappresenta il futuro del settore delle costruzioni.

La teoria del bicchiere d'acqua: BIM, IoT e blockchain
“Cup of Water” theory. Ph: Lorenzo Iaconinoto

Combinare BIM, IoT e blockchain

BIM, IoT e Blockchain sono state sviluppate in ambiti differenti. Il BIM digitalizza le informazioni degli edifici, l’IoT collega oggetti realistici con internet e la Blockchain trasmette i dati in una rete decentralizzata. L’interazione tra le diverse tecnologie può portare a migliorare il campo dell’AEC, con fonti digitali univoche. I miglioramenti derivanti dalle interazioni tra BIM, Blockchain e IoT possono essere:

  1. BIM e Blockchain: miglioramenti contrattuali, forniture e modifiche tempestive ai progetti;
  2. IoT e BIM: sviluppo di edilizia verde e intelligente, sicurezza nei cantieri ed e-commerce;
  3. Blockchain e IoT: database IoT decentralizzato, privacy, collaborazione esterna.
  4. BIM, IoT e Blockchain: potrebbe portare innovazione tecnica e gestionale durante tutto il ciclo di vita dei manufatti.
La teoria del bicchiere d'acqua: BIM, IoT e blockchain
Combinazione fra BIM, blockchain e IoT. Ph: Lorenzo Iaconinoto

Queste tre tecnologie sono complementari e il “cup of water” ha il potenziale per guidare un’innovazione nel settore AEC/FM in futuro. Attualmente, l’integrazione tra BIM, IoT e Blockchain è un processo complesso e diversificato. I metodi dettagliati per l’integrazione e la struttura del sistema integrato devono essere ulteriormente sviluppati.

La Blockchain per la flessibilità del sistema elettrico.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su buildingcue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Lorenzo Iaconinotohttps://buildingcue.it
Ingegnere Edile laureato al Politecnico di Torino con tesi sul BIM per il Facility Management dello Juventus Stadium. Collabora con Politecnica Ingegneria e Architettura.