Home » Tre errori da non commettere quando si arreda casa

Tre errori da non commettere quando si arreda casa

Arredare casa non è semplice. Potrebbe esser facile cadere in errore. Ecco i nostri consigli

Categorie News
Vuoi leggere oltre 10mila articoli di scienza e tecnologia senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Progettare l’arredo di una casa partendo dai colori e arrivando fino alla mobilia non è semplice, ecco quindi che molti inesperti potrebbero aver bisogno di qualche delucidazione su quelli che sono gli errori più comuni in questa circostanza, così da evitarli in tempo.

Arredo casa, credits: pixabay.com

1. Non ricorrere ai mobili su misura per l’arredo della casa

Lo sanno bene gli abitanti delle grandi città, abituati a mini appartamenti e case ricavate dalla divisione di grandi alloggi. Essi per sfruttare al meglio ogni spazio ed ogni angolo a disposizione è necessario ricorrere a della mobilia personalizzata. Girando tra i negozi di arredamenti Roma infatti, è facile imbattersi in aziende che realizzano cucine, consolle, armadi e altri mobili su misura. Non ricorrere a questa tipologia di articoli d’arredamento è sicuramente un grande errore, in quanto permettono di recuperare tantissime zone della casa inutilizzate.

Sottoscala, nicchie nel muro o le parti sottostanti ai soppalchi fuori misura, possono essere quindi ottimizzate installandoci dei mobili muniti di cassetti, ante e mensole. Essendo i mobili personalizzati degli articoli molto delicati da fabbricare, è importante rivolgersi ad aziende esperte nel settore dell’arredamento, così che le misure e i materiali scelti vengano stabiliti con estrema attenzione. Chi non è in possesso di un mezzo di trasporto con vano posteriore ampio, è essenziale che commissioni il lavoro a chi offre anche la consegna a domicilio.

2. Scegliere i colori in base alle mode del momento

Un altro errore da evitare è basare la scelta di tendaggi, pareti e mobili, sulle mode del momento. Per quanto infatti, le tendenze possano influire sui gusti, è bene ricordarsi che la casa deve rispecchiare la propria personalità. Questo ovviamente non vale solo per quanto riguarda i colori, ma anche per lo stile di tutto l’arredamento. Personalità più romantiche ed eleganti ad esempio, potrebbero prediligere gli stili coloniali o retrò, caratterizzati da nuance chiare, in molti casi anche pastello. Chi invece è più estroso e ama osare, può puntare ad uno stile urbano o industrial, i cui punti di forza sono forme e colori molto decisi. I più minimali invece prediligerà colori chiari, come il bianco ottico o il bianco gesso e linee non troppo elaborate.

Living, credits: pixabay.com

3. Sottovalutare le proporzioni

Sottovalutare le proporzioni tra dimensione della stanza e quella dei mobili è un altro sbaglio da evitare. Stanze piccole, specialmente se poco illuminate, devono accogliere divani dalle dimensioni modeste, magari affiancati da sedute poco ingombranti, come sgabelli o sofà dalle linee non troppo voluminose. Le stanze molto grandi, al contrario, devono essere impreziosite da mobili ampi, così che con pochi elementi d’arredo si possano riempire bene tutti gli spazi. In questo caso tappeti, veneziane, specchi e quadri possono essere di grande aiuto.

Cucina, credits: pixabay.com

Quelli appena elencati possono sembrare degli errori banali, ma quando non si è guidati da un interior designer o non si è amanti di questo campo, sono veramente facili da commettere. Con un po’ di attenzione e rivolgendosi a mobilieri professionali, il risultato sarà sicuramente una casa perfettamente in linea con i propri gusti e curata in ogni minimo dettaglio.

Lascia un commento