SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Ufficio post pandemia, ecco Eitherland

Da un’idea tutta italiana è nato Eitherland, l’ufficio post pandemia pensato per essere costruito all’aperto e migliorare il benessere psicofisico della persona

Non sarebbe né la prima né l’ultima idea nata per trovare soluzioni in tempo di covid-19, come i balconi prefabbricati. L’ufficio post pandemia contrasta tutti quei problemi relativi alla convivenza in piccoli spazi. Il progetto tutto italiano è stato ideato da Davide Arzalone e Alberto Mattiello, che a Francoforte hanno vinto il prestigioso German Design Award 2021 nella sezione Public Design.

Ufficio post pandemia, ecco Eitherland
Moduli Eitherland. PH: productdesignaward.eu

Si tratta di un vero e proprio ecosistema di luoghi di lavoro all’aperto. Eitherland, così si chiama l’ufficio post pandemia, è stato concepito per creare postazioni di lavoro coinvolgenti. Questa nuova filosofia di lavoro rappresenta un investimento a lungo termine per il benessere, la soddisfazione e la produttività delle persone.

Ufficio post pandemia: workspace perfetto

THE PLACEMAKERS include anche l’ufficio post pandemia. È il più grande gruppo mondiale di produttori di arredo urbano impegnato ad anticipare le tendenze future e progettare spazi urbani sostenibili, migliorando la creatività delle persone. Il placemaking, infatti, è l’arte di dare un’anima agli ambienti urbani, che riflette l’anima delle persone. Insomma, una validissima alternativa allo smart working, diventato molto alienante. Tanti sono i benefici:

•          Più produttività

•          Aumento delle funzioni cognitive e della memoria

•          Minore stanchezza e stress mentale

•          Maggiore soddisfazione nello svolgere il proprio lavoro

•          Diminuzione dello sforzo della vista

Componenti dell’ufficio post pandemia

La selezione dei giusti mobili per ufficio, secondo gli ideatori, promuove nuove abitudini e stimola collaborazione, condivisione e lavoro mirato. Eitherland si compone di 4 strutture esterne fondamentali. Ognuna ha uno scopo differente e può variare per forma e funzione. Inoltre, insieme a questi moduli saranno implementati dei giardini tipici dell’epoca rinascimentale, quando si faceva strada il concetto dell’en plein air. Ma vediamo più nel dettaglio “Leaf”, “Stream”, “Pole” e “Pavillion”.

Leaf

Leaf è stata progettata per delineare e racchiudere lo spazio creando una sensazione di sicurezza e intimità. Il numero di ante può variare da due (per strutture aperte) a sette (per ambienti più chiusi e privati).

Ufficio post pandemia, ecco Eitherland
Modulo “Leaf”. PH: eitherland.com

Stream

Proprio come un ruscello che scorre lungo le rive, questa struttura può curvare o scorrere dritta. Può rimanere compatta o espandersi in entrambe le direzioni. Il modulo Stream consente la progettazione di forme complesse, che sono sia belle se viste dall’alto che pratiche quando si lavora all’interno.

Ufficio post pandemia, ecco Eitherland
Struttura “Stream”. PH: eitherland.com

Pole

Le linee pulite delle strutture Pole pongono l’accento sulla simmetria, le proporzioni e l’illuminazione naturale. Rispettano l’ideale che la forma segue la funzione. Evitano ogni dettaglio di design non necessario e offrono protezione dagli agenti atmosferici.

Ufficio post pandemia, ecco Eitherland
Componente “Pole”. PH: eitherland.com

Pavillion

Essendo più leggeri, i padiglioni Pavillion si adattano facilmente a qualsiasi contesto architettonico e offrono illimitate possibilità di personalizzazione in termini di rivestimenti, dimensioni e arredi.

Ufficio post pandemia, ecco Eitherland
Costruzione “Pavillion”. PH: eitherland.com

Tecnologie all’avanguardia

Ufficio post pandemia, ecco Eitherland
Supporto per ricarica. PH: eitherland.com

La semplicità dell’ufficio post pandemia Eitherland, ad ogni modo, è accompagnata da tecnologie ultramoderne. Tutto è ampiamente testato per rispettare gli standard di sicurezza. Essendo completamente outdoor, le condizioni meteorologiche pesano sulla scelta di determinati componenti, come le prese elettriche e quelle usb o gli schermi touch. È stato, infatti, sviluppato il primo caricabatterie al mondo impermeabile, elaborato per funzionare anche attraverso la maggior parte delle custodie per telefoni.

Man mano che i nostri dispositivi diventano più intelligenti, anche il nostro ambiente di lavoro dovrebbe progredire. Indipendentemente dalla nostra posizione. Come ogni elemento per esterni progettato per essere senza tempo, i nostri accessori per la tecnologia, l’illuminazione e il comfort sono altamente resistenti.

Anche le luci di questi ambienti vengono incontro alla filosofia di Eitherland, prendendo in considerazione quanto possa far bene un tipo di illuminazione rispetto ad un’altra. E come in un ambiente interno, pure per l’ufficio post pandemia sono state pensate soluzioni di riscaldamento e ventilazione. I caloriferi elettrici convertono l’energia consumata in calore direzionale e controllabile. Una nebulizzazione uniforme di goccioline d’acqua microscopiche, infine, raffredda l’area creando una barriera invisibile per gli insetti.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su buildingcue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Gemma Delle Cavehttps://buildingcue.it
Ingegnere chimico e giornalista pubblicista "made in Naples" amante dell'arte e della natura. Il percorso di studi intrapreso e la voglia di raccontare la realtà sono stati le due molle che l'hanno spinta verso il mondo della divulgazione.