Dopo lo scorso articolo sui Portici di Bologna, vorrei continuare scrivendo qualche riga su un altro sito di assoluto interesse da visitare almeno una volta nella vita. Si tratta di un castello sito in Puglia a 18 km dalla città di Andria, nell’altopiano delle Murge occidentali, che sorge su una piccola altura dalla quale si osserva tutto il territorio circostante: parliamo ovviamente di Castel del Monte. E’ un castello commissionato dal geniale e illuminato Federico II, imperatore del Sacro Romano Impero, denominato senza troppo eccesso, “Stupor Mundi”.

Incerto è il progettista del castello, pare che sia lo stesso sovrano a ideare la struttura. Non difficile da poter credere se fosse davvero cosi; appassionato di astronomia, matematica, filosofia, si rivedono in questa struttura tutti i richiami legati al rigore matematico, e correlazioni astronomiche. Merita menzione questo castello innanzitutto perché stiamo parlando di una struttura che è stata inserita nel 1996 nella lista Patrimonio Unesco; ciò è stato possibile perché abbiamo davanti una struttura unica che abbina diversi stili architettonici in un’armonica composizione che si erge nella sua imponenza sulla collina delle Murge. Si possono notare infatti richiami allo stile del Nord Europa, fino ad arrivare al mondo mussulmano e richiami all’antichità classica.

Il numero otto

Sua assoluta peculiarità è la sua pianta ottagonale; anche la corte interna del castello è ottagonale. Infatti, il numero otto ricorre sempre nelle proporzioni di questa splendida struttura che si sviluppa in altezza per due piani. Lungo la pianta del castello che si presenta per l’appunto ottagonale, si ergono otto maestose torri ai vertici del poligono; esse stesse sono di pianta ottagonale.

castel del monte pianta ottagonale
luoghimisteriosi.it

Pare che anche l’ampia vasca posta al centro del cortile interno avesse una forma ottagonale; qui confluivano le acque da 5 cisterne poste sui terrazzi che una volta riempite d’acqua piovana, permettevano lo scorrere della stessa in una cisterna nello stesso punto dove un tempo sorgeva la vasca ottagonale. L’immagazzinamento dell’acqua serviva per la cura del corpo con sale dedicate a questo specifico scopo, e per i servizi rivolti all’igiene personale presenti nelle varie stanze del Castello. Infatti, una recente ipotesi, tra le tante, attribuisce al castello un possibile ruolo di posto dedicato alla cura del corpo e della mente.

Il numero otto quindi elemento preponderante del simbolismo del castello; il suo utilizzo dovrebbe essere motivato dal simbolismo di unione tra la terra (quadrato) e il cielo (cerchio). Un numero che si ripresenta anche in molti elementi decorativi del castello.

Non solo il rigore matematico, ma come già accennato in precedenza anche la passione per l’astronomia del sovrano si fa notare in maniera preponderante; infatti, il suo posizionamento crea particolari simmetrie di luci in alcuni giorni dell’anno, come equinozi e solstizi.

I materiali e quindi i colori di Castel del Monte non sono di certo secondari a quanto detto in precedenza. Gli elementi architettonici e alcuni arredi sono in pietra calcarea. Altri materiali presenti, sono il marmo bianco e la breccia corallina che regala movimento e colore alla struttura.

Header Image Folder: touringclub.it