Home » Uno stadio dal futuro, ecco il nuovo Bernabeu

Uno stadio dal futuro, ecco il nuovo Bernabeu

Nel 2022 il Real Madrid presenterà il suo stadio in una veste tutta nuova e decisamente avanguardistica.

Categorie Impianti sportivi · Infrastrutture

Sono ormai 3 anni che il Santiago Bernabeu, stadio del Real Madrid C.F., uno dei club di calcio più titolati della storia sta subendo un profondo restyling. Rallentati dalla pandemia da Covid, i lavori mirano a rendere l’impianto come uno dei più innovativi e futuristici per panorama impiantistico mondiale. I lavori si concluderanno nel 2022. Nello specifico si è lavorato su un prato retrattile, che verrà stipato sottoterra. Lo spazio libero non servirà solo ad eventi mondani, come concerti o congressi, ma anche a veri eventi sportivi, quali partite di basket o tennis. Il 5 Novembre il Real Madrid ha rilasciato un breve video in cui illustra l’impianto rinnovato.

Video del restyling dello stadio, da www.realmadrid.com

I lavori al Bernabeu

I lavori, si stima avranno un costo di circa 800 milioni di euro. Nonstante l’ingente spesa, che molto probabilmente rientrerà con gli introiti derivanti dallo stadio, il risultato finale è spettacolare. Il nuovo Bernabéu sarà infatti un complesso multifunzione, in cui il calcio è solo una delle molteplici attività/fonti di guadagno. Infatti, la struttura rimodula il concetto di “stadio”. La struttra prensenterà un sistema retrattile. Esso permetterà al terreno di gioco di scorrere di lato al campo stesso. Lo spazio libero, lasciato dal manto erboso, potrà esser utilizzato per le qualsivoglia attività. Per esempio per fiere, congressi ed eventi di intrattenimento come i concerti, ma anche per ospitare altri sport: nel video, ci sono immagini di football americano, ma anche di tennis e basket.

Bernabeu
Il Bernabeu nel 2019, da www.realmadrid.com

Proprio questa è la più grossa novità: i meccanismi a scomparsa del campo da calcio creano lo spazio per installare nuove pavimentazioni. Si passa dal parquet su cui si pratica la pallacanestro, alla terra rossa o il cemento su cui si gioca a tennis. Nelle immagini si vede addirittura che sarà possibile una doppia configurazione contemporanea. Si potranno installare campo da basket affiancato a quello da tennis, secondo le sezioni longitudinali del campo, entrambi con tribune dedicate.

Più eventi sportivi allo stesso momento

La  rivista online specializzata in architettura sportiva, Archistadia, riporta tali spiegazioni:

Sul terreno artificiale coperto saranno eretti i vari settori di gradinata temporanei, con due tribune principali a specchio in corrispondenza della linea di metacampo, che suddivideranno così lo spazio in due ideali campi da gioco. Così il Bernabéu potrà ospitare contemporaneamente una partita di basket e una partita di tennis all’interno della cavea delle gradinate dello stadio, il tutto mentre le sezioni longitudinali in erba naturale del campo da calcio saranno minuziosamente curate da sistemi di irrigazione e illuminazione artificiale posizionati all’interno degli spazi di incasso sotterraneo dove verranno momentaneamente riposte.

Tale situazione non sarà certamente la norma, ma è una forte provocazione. Essa è atta a far comprendere quanto la struttura sarà all’avanguardia. Il nuovo Bernabeu riscriverà il concetto di stadio e porrà una sfida per gli altri club, che si vedranno costretti a cercare di emulare i Blancos.

Bernabeu
Carlo Ancelotti, allenatore italiano dei Blancos, da www.realmadrid.com

Florentino Perez e la rivoluzione del Bernabeu

L’arrivo di Florentino Pérez alla presidenza del Real Madrid segna l’inizio di una nuova era. Non solo egli acquista campioni del calibro di Zidane, Beckham, Cristiano Ronaldo, ecc., ma ha innovato tutte le strutture della Casa Blanca. Ha rinnovato gli impianti di allenamento, gli store e sporattutto il Bernabeu. Da lui venne dato impulso al Plan Director del Estadio Santiago Bernabéu, con l’obiettivo di migliorare la comodità dello stadio e la qualità delle sue strutture, oltre a riportare la capienza ai livelli del passato. Furono infatti ampliate copertura e tribuna Est.

Bernabeu
Il Bernabeu prima dei lavori, da www.realmadrid.com

I lavori voluti dall’attuale presidente furono tantissimi. Una nuova facciata nella calle Padre Damián, nuovi spogliatoi, nuovi palchi e zone VIP. Ma anche un nuovo palco d’onore nella tribuna Est, una nuova tribuna stampa anch’essa ubicata in tribuna Est, un nuovo sistema audio e nuovi tabelloni video. Egli però si preoccupò anche del benessere dei tifosi. Fece realizzare nuova sala dei trofei, nuovi bar, l’inserimento del riscaldamento nelle tribune, ascensori panoramici, ristoranti, scale mobili nelle torri d’accesso e la realizzazione dell’edificio multi-uso nella calle Padre Damián, che ospita il più grande negozio di una squadra calcistica e gli uffici del club. A seguito di questi lavori, lo stadio raggiunse l’attuale portata di 81044 posti.

Nonostante ciò, il presidente non è appagato ed il nuovo progetto del Bernabeu lo dimostra.

Lascia un commento