SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Interventi nei porti, 906 milioni per 23 opere

Via libera da parte del MIT per il finanziamento che riguarda gli interventi su 23 porti italiani di cui 20 subito cantierabili.

Le Autorità di Sistema portuale hanno ottenuto l’approvazione da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) per il finanziamento di 23 opere. La cifra del finanziamento per gli interventi nei porti italiani si aggira a 906 milioni di euro da suddividere in due tranche. Questo risultato è stato raggiunto al termine della Conferenza Unificata al Decreto proposto dal Ministro Paola De Micheli. La priorità verrà data a quei porti immediatamente cantierizzabili o che hanno già avuto dei finanziamenti e ne attendono altri per completare i lavori.

Paola De Micheli, chi è il nuovo Ministro delle Infrastrutture?
paolademicheli.it

«Il mio ministero, nell’ambito del lavoro di preparazione del Recovery fund, integrerà ”Italia veloce” con altri progetti. Molti saranno concentrati soprattutto al Sud e nelle aree interne del centro Italia. Abbiamo poi concordato con le Regioni l’elenco delle opere delle Olimpiadi invernali del 2026 e a breve uscirà il mio decreto in merito. Entro la fine del mese invierò al premier Conte la prima proposta di opere da commissariare. Abbiamo poi finanziato più di 900 milioni sui porti, abbiamo istituito l’Autorità per la Laguna di Venezia, che avrà le competenze dell’ex magistrato delle acque e gestirà il Mose. Stiamo attuando il piano di rinascita urbana finanziato con 850 milioni per le periferie. E poi stiamo aprendo cantieri, sbloccando opere…».

Intervista del Corriere della Sera al Ministro Paola De Micheli.

Interventi nei porti

Per gli interventi nei porti della penisola italiana, il Ministero ha stanziato una prima tranche di 794 milioni per i primi 20 interventi ritenuti prioritari. I porti devono poter essere immediatamente cantierabili, rispondenti ai criteri di sostenibilità ambientale, di messa in sicurezza o già parzialmente finanziati. La seconda tranche di 112 milioni di euro sarà assegnato nel mese di settembre con il riparto del Fondo Investimenti 2020.

La suddivisione delle risorse

La suddivisione delle risorse secondo le principali 3 macro aree italiane è stata concepita in base agli interventi da effettuare.

  • Regioni meridionali. Al Sud Italia spetta un finanziamento di 354 milioni di euro. Le regioni che riceveranno i finanziamenti sono la Puglia e la Sicilia. Per la prima regione i finanziamenti riguardano gli interventi dei porti di Taranto, Barletta e Bari per un totale di 147 milioni. La Sicilia ottiene 161 milioni per gli interventi nei porti di Palermo ed Augusta.
  • Centro Italia. Marche e Lazio riceveranno 244 milioni di euro complessivi. I finanziamenti riguardano il porto di Ancona per 40 milioni, il porto di Civitavecchia per 69 milioni e 30 milioni per il nuovo porto commerciale di Fiumicino.
  • Settentrione. Nelle regioni del Nord sono previsti 308 milioni di euro. 200 milioni saranno impiegati per i drenaggi e le opere marittime della darsena Europa di Livorno. La Liguria riceverà 41 milioni per i porti di Savona, Genova e La Spezia. Infine, 26 milioni sono stanziati per il porto di Venezia.
Interventi nei porti, 906 milioni per 23 opere
Porto di Genova. Ph: farodiroma.it

Definizione delle risorse

Come si apprende dal comunicato del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nella definizione delle risorse si è tenuto conto del principio di riequilibrio territoriale. Con tale principio si cerca di favorire le regioni del Mezzogiorno e le regioni colpite dal sisma, con un volume di stanziamenti proporzionale alla popolazione residente.

Interventi nei porti, 906 milioni per 23 opere

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su buildingcue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Lorenzo Iaconinotohttps://buildingcue.it
Ingegnere Edile laureato al Politecnico di Torino con tesi sul BIM per il Facility Management dello Juventus Stadium. Collabora con Politecnica Ingegneria e Architettura.